Come scegliere il fotografo

Nell’era digitale nel momento in cui ci troviamo ad avere bisogno di un fotografo, che sia per un matrimonio sul lungomare di Napoli o per qualsiasi altro motivo, sicuramente la prima cosa che si fa è dare un’occhio alle pagine social dei vari fotografi in zona. Il secondo step è leggere le diverse recensioni che si trovano sui siti online o sui portali di matrimonio, come per esempio matrimonio.com, che è tra i più affidabili e diffusi in italia. Scrivendo in questi casi, “fotografo Napoli” potremmo trovare non solo recensioni verificate e reali ma anche scatti di Real Wedding.

Nonostante questo, però, il passaparola rimane comunque il metodo più efficace per determinare un’iniziale selezione dei possibili candidati da scegliere per avere degli scatti perfetti per le nostre esigenze.

La fotografia è un’arte e quindi come tutte le arti è fatta non di un solo stile, ma di diversi stili che rispecchiano in modi differenti l’interpretazione dell’evento da fotografare.

Esistono fotografi che scattano fotografie classiche, frutto di una passione per la tradizione, fotografi che scattano fotografie moderne e fuori dagli schemi, o ancora fotografi che scattano un vero e proprio reportage del matrimonio o in generale dell’evento. Questi ultimi prediligono foto semplici ma spontanee che nella loro essenza mettono in luce la vera emozione del momento immortalato.

Ogni fotografo è diverso e quindi ha un modo tutto suo di interpretare i momenti, è bene dunque visualizzare altri lavori dei possibili aspiranti non solo online ma anche in studio guardando album completi che raccontano di lavori reali e non soltanto le foto migliori.

Questo è un dettaglio da non sottovalutare, perché seppur vero che quelle non saranno le nostre foto, sarà comunque quello l’occhio che interpreterà il nostro matrimonio.

Per ottenere il meglio dagli scatti è sempre bene affidarsi ad un professionista provvisto di studio e non ad un semplice amatore che lavora da casa. Inoltre è cosa buona e giusta accertarsi che a scattare le nostre foto sia proprio il fotografo scelto e non un suo collaboratore o assistente che avrà un modo del tutto soggettivo di “percepire” la scena.

Un altro aspetto da non sottovalutare è il tempo che si ha per scegliere il fotografo, infatti un fotografo professionista realizza una sola cerimonia al giorno, e quindi necessariamente deve essere in cima alla lista dei “fornitori “da scegliere. Devo accaparrarmi ciò che più mi soddisfa per non rischiare di dover dirottare le mie aspettative su una seconda scelta.

Conoscere da vicino il nostro fotografo ci aiuterà a capire che tipo di persona è. Il rapporto che si crea tra gli sposi e il professionista è di vitale importanza, nessuno vorrebbe sentirsi a disagio dinanzi a colui che dovrà riprendere uno dei giorni più importanti della tua vita. Ci deve ispirare immediatamente fiducia, come si suol dire deve piacerci “a pelle”.

Bisogna poi valutare tutte le opzioni extra che offre come la possibilità di realizzare il video, l’eventuale ausilio del drone o ancora eventualmente deve disporre di un angolo per photobooth.

Queste opzioni hanno naturalmente un costo e quindi bisogna diffidare da chi le spaccia come regalie a basso prezzo o addirittura gratis. Dove c’è poca professionalità non c’è mai godimento.

Importante è anche la scelta del formato delle foto, la fruibilità do queste passa per una attenta valutazione. Si va dal classico album al fotolibro, dalle foto sciolte al supporto digitale: devi fare in modo che le tue foto non vengano relegate in un armadio dal quale non usciranno mai più.

In ultimo ti do un consiglio: valuta i tempi di consegna, stabilisci con il fotografo questo aspetto preventivamente per evitare attese spasmodiche.

Ah dimenticavo, tutto ciò che ti ho scritto, mettilo nero su bianco sul contratto e mi raccomando leggilo con attenzione prima di firmarlo.